Il 25 settembre 2006 all’Accademia Tedesca Villa Massimo verrà conferito, con il patrocinio dell’Ateneo Italo-Tedesco, il Premio Ladislao Mittner a Marina Pugliano, traduttrice letteraria e presidentessa della cooperativa Nuovo Traduttore Letterario. Marina Pugliano ha tradotto varie opere di letteratura tedesca in lingua italiana, fra cui, per le Edizioni E/O, il romanzo Salam Berlino di Yade Kara, giovane scrittrice turco-tedesca che dopo la premiazione presenterà il suo romanzo per il quale nel 2004 ha vinto il Deutscher Bücherpreis e il Adalbert-von-Chamisso-Förderpreis.
Durante l’incontro verranno anche letti brani tratti da Jans deve morire di Anna Seghers, anch’esso tradotto da Marina Pugliano e pubblicato dalle Edizioni E/O.

Alla cerimonia saranno presenti l’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, il Presidente dell’Ateneo Italo-Tedesco e il direttore dell’Accademia Tedesca di Villa Massimo. Interverrà inoltre il professor Hermann Dorowin, docente di Germanistica all’Università di Perugia

Il Premio Ladislao Mittner è stato istituito dal DAAD (Servizio Tedesco per lo Scambio Accademico), che da due anni ha aperto un centro di informazione a Roma, e dall’Ambasciata Tedesca in Italia. Viene assegnato ogni anno a giovani studiosi e intellettuali italiani di diverse discipline che abbiano pubblicato un’opera eccellente con riferimento alla Germania e che si siano particolarmente impegnati nella diffusione della cultura tedesca in Italia.
Ladislao Mittner (1902-1975), germanista italiano nato a Fiume, maestro di famosi germanisti e scrittori italiani come Claudio Magris e Paolo Chiarini, dopo la seconda guerra mondiale ha intensificato il dialogo culturale tra la Germania e l’Italia.