Il 27 marzo 2012, nella sede di Villa Farnesina, Marina Pugliano e Julia Rader hanno ricevuto il Premio italo-tedesco per la traduzione letteraria. Il Premio viene conferito ad anni alterni a traduttori italiani e tedeschi che hanno contribuito con il loro lavoro alla diffusione della letteratura contemporanea in Italia e in Germania.

“Con il suo contributo alla comprensione interculturale il traduttore assolve un compito di straordinaria importanza per il processo di unificazione nell’Unione Europea. L’Europa è una comunità di valori e noi dobbiamo incessantemente rendere consapevoli oltre le barriere linguistiche i nostri cittadini di questo bene comune di esperienza storica, di valori condivisi ed idee di come deve essere la società.”
(Ambasciatore Michael H. Gerdts, 27.03.2012)

“Una occasione proprio per confermare, anzi rafforzare, il legame culturale che lega l’Italia e la Germania e riflettere sulla figura così importante di chi traduce”.
“Piu’ che un’amicizia è una parentela culturale che lega questi due paesi”.

(Ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi)


Marina Pugliano e Julia Rader premiate dal Ministro Lorenzo Ornaghi


Lorenzo Ornaghi, Ministro per i Beni e le Attività Culturali; Julia Rader; Marina Pugliano; Giusi Drago, vincitrice del Premio esordienti; Michael H. Gerdts, Ambasciatore tedesco