Venerdì 10 aprile alle 17.30 presso la Casa delle Traduzioni

 

Migrant Words: tradurre la poesia di John Berger

Letture in parole e musica delle traduzioni di undici poesie di John Berger, tratte da Collected Poems,  Smokestacks, 2014,

con

Riccardo Duranti, traduttore

Francesco Forges, compositore

e i dieci traduttori del laboratorio “Migrant Words”.

 

Leggere una poesia significa essere trasportati – non già oltre l’orizzonte – bensì in un luogo dove futuro e passato non esistono più e c’è solo il qui e ora, identico al qui e ora in cui stai leggendo, un qui e ora che canta e comprende ogni cosa.

John Berger

 

John Berger (Londra, 1926), figura poliedrica e affascinante d’intersezione appassionata tra arti visive, scrittura e commento politico-sociale, è stato definito “l’intellettuale più europeo dei nostri tempi”. Tra le sue numerose opere, in italiano sono apparse: Vita di un artista (1965), G. (1974 / 1996), Le tre vite di Lucie (1992), Del guardare (1995), Festa di nozze (1995), Splendori e miserie di Pablo Picasso (1996), Questione di sguardi (1998). A breve uscirà presso la Coazinzola Press la versione italiana di Collected Poems, curata da Riccardo Duranti nelle vesti, questa volta, non solo di traduttore, ma anche di editore.

Francesco Forges è compositore da anni impegnato in progetti orientati alla transculturalità musicale e poetica e al tema della “migrazione”. Nell’incontro, proporrà l’ascolto in anteprima di due brani del nuovo cd ONE MORE LANGUAGE  (www.onemorelanguage.it) e presenterà improvvisando al flauto, alla kalimba e ai tubi sonori la sua interpretazione delle poesie di John Berger tradotte nel corso del laboratorio “Migrant Words”. Ancora una traduzione, dunque, questa volta dal medium espressivo della parola al medium espressivo della musica.

Con questo incontro, si concluderà il laboratorio di traduzione sulla poesia di John Berger, in corso in questi giorni presso la Casa delle Traduzioni: undici traduttori all’opera ciascuno con una poesia. Il risultato saranno undici letture e undici voci che si incontreranno, si confronteranno e si combineranno in una interpretazione corale nel qui e ora della lettura poetica.
Oltre il libro: dare voce ai mondi possibili

è un progetto di NTL per Roma Capitale, in collaborazione con la Casa delle Traduzioni di Roma